Your world of Wpdance.com, Wpdance.com by WpDance

  • COS’E’ E&L?


    EDITORIA E LEGGE è il blog dell'Avv. Marina Lenti, che riporta notizie, tendenze e questioni legali dedicate alla filiera libraria e musicale.

    Vi trovate quasi un centinaio di articoli, ma se avete un problema specifico da sottopormi potete scrivermi, o se si tratta di una semplice domanda, leggete le istruzioni per l'iscrizione alla newsletter.

    In ogni caso, sappiate che

  • NEWSLETTER


    A QUESTA PAGINA è possibile iscriversi alla Newsletter.
    L'iscrizione consente di sottopormi gratuitamente n.1 quesito specifico, a patto che la soluzione non preveda necessariamente l'esame di documenti.

    Dopo l'inserimento dell'email, controlla la tua casella di posta per confermare l'iscrizione. Se non vedi arrivare l'avviso, controlla la casella dello spam.
    Inserendo la tua email dichiari di aver letto e accettato la privacy policy del sito che puoi visualizzare QUI.
  • Archivio

  • RSS FEED

Home » agenzie letterarie » I 10 ARGOMENTI PIU’ LETTI DI QUESTO BLOG
lunedì, 21 ago 2017

I 10 ARGOMENTI PIU’ LETTI DI QUESTO BLOG

Post by on agenzie letterarie, Case editrici, diritto informatico 163 0

CupL’estate non è ancora terminata, perciò ho pensato a un articolino leggero e tuttavia curioso…

Si tratta della classifica dei 10 articoli più letti di questo blog, che danno non solo la misura degli argomenti che stanno più a cuore a chi giunge su questo sito, ma anche la composizione del suo pubblico.

 

Sotto questo secondo profilo, per il settore librario vincono senz’altro gli scrittori e, indietro di poche lunghezze, le case editrici su qualunque altra figura della rispettiva filiera, mentre per quello musicale vincono, con mia sorpresa, le case discografiche e solo a seguire i musicisti. Come lo so? Niente paura, non sto profilando la vostra impronta della rètina, anche perché i dati acquisiti da questo sito sono, per scelta, assolutamente basici e generici (cioè si concentrano sui contenuti, sul numero generico di visite e sulle parole più ricercate), come del resto indicato nell’informativa del sito. Semplicemente, dunque, vedo i servizi maggiormente visitati (quelli indicati nei menu rosso a tendina collocato in cima alle pagine, per capirci) e siccome ciascuno è pensato apposta per un determinato operatore, non ci vuole Sherlock Holmes per fare 2+2, dando lapalissianamente per scontato che chi visita i servizi per musicisti non è sicuramente una casa editrice.

 

Il rapporto scrittori-editori rispetto a case discografiche e musicisti è un 25% di frequentazione in più dei primi rispetto ai secondi. Probabilmente ciò è dettato dal fatto che la percentuale di  articoli presenti sul blog rivolti al settore librario è assai maggiore di quella rivolta alla musica, e infatti ho ricevuto anche qualche lamentela in questo senso. Quindi, in futuro, cercherò di equilibrare un po’ di più le sorti; tuttavia se la percentuale di lettori-operatori del libro continuerà a essere la maggioranza, il problema diventa ovviamente il classico ‘cane che si morde la coda’, perché da che mondo è mondo è la domanda che determina l’offerta… Quindi, operatori musicali, passate parola fra i vostri colleghi e mostratemi che c’è interesse per un maggior quantitativo di articoli a voi dedicati ;)

 

Ma veniamo ora ai contenuti:

L’articolo più letto è quello sui 10 consigli per scegliere un agente letterario, e anche questo è un risultato che mi ha sorpresa, perché avrei detto che i 10 consigli su come scegliere un editore sarebbero stati favoriti.  Invece, quell’articolo si piazza solamente al 21° posto della classifica! Ancora più strano il fatto che, in classifica fra i primi 50, altri articoli dedicati agli agenti letterari non compaiano, con l’eccezione de La metamorfosi degli agenti letterari che si piazza al 44°. Deduco quindi che, contrariamente a quel che credevo, gli scrittori non partono con l’idea dello scouting fai da te ma preferiscono considerare prima l’ipotesi di un agente, senza curarsi troppo degli argomenti tangenziali, che pure a me paiono fondamentali come quello che ho recentemente trattato sulla Tassa di lettura.

 

Di nuovo una sorpresa è la seconda posizione: le vicende sul diritto d’autore che hanno coinvolto Winnie The Pooh conquistano infatti la medaglia d’argento. Eppure, analoghe vicende come quelle riguardanti Paulo Coelho e J.D. Salinger non riescono a sfondare la top 50, mentre J.K. Rowling si piazza  per il rotto della cuffia (appena 48°).

 

La medaglia di bronzo del terzo posto è per l’intervista alla ghostwriter Susanna De Ciechi, alla quale vanno dunque i più sentiti complimenti.

 

Seguono, rispettivamente al quarto e quinto posto, l’intervista a Edizioni del Gattaccio e a Barbagianni Editore. L’interesse per questo tipo di articolo è alto, perché anche le interviste agli altri editori figurano comunque entro le prime 20 posizioni.

 

Al sesto posto compare la pagina relativa ai costi del mio servizio. Nonostante il numero di visualizzazioni, tuttavia, probabilmente c’è ancora una sorta di timore a interpellare l’avvocato anche solo per un preventivo senza impegno, poiché le richieste in questo senso non rispecchiano la proporzione con le visualizzazioni della pagina. Che dire? Posso solo e esortarvi a non essere così timidi… Come c’è scritto in homepage, non mordo nessuno a meno che non sia una mia controparte ;)

 

Al settimo posto troviamo l’intervista con l’editor Renato Bruno, al quale vanno dunque altresì i complimenti!

 

All’ottavo posto c’è l’articolo sull’aggiornamento della vicenda cookie, segno che le questioni di Internet Law, pur tangenziali agli argomenti specifici del blog, sono molto sentite anche per l’editoria. E lo saranno ancora di più quando, a maggio 2018, si avrà la piena applicazione della nuova Direttiva europea sulla privacy, di cui vi parlerò senz’altro in autunno.

 

La nova posizione è rappresentata dalla pagina che descrive chi sono. Anche qui sorprende un po’ il fatto che si collochi dopo quella sui costi e mi piace credere che, prima ancora della descrizione del mio percorso personale, siano i contenuti del blog a parlare per me. Se questa fosse davvero la chiave di lettura, non potrei esserne che lusingata.

 

Al decimo posto troviamo nuovamente un’intervista a una casa editrice: questa volta si tratta di GoWare.

Visto l’altro gradimento della rubrichina, mi impegnerò a intensificare gli sforzi intervistando molti più editori in futuro.

 

Qualora ci fosse un argomento che  non ho ancora trattato e di cui vi piacerebbe leggere, vi invito a scrivermelo nei commenti qui sotto.

Nel frattempo, auguro a tutti una buona continuazione di quest’ultimo scampolo di ferie! ;)

 

 

 

Leave Your Comment

Your name *

Your website

Your comment *

* Required Field

  • SU TWITTER

    Segui cliccando qui le ultime notizie sull'editoria dal mio Twitter account
  • SU FB (gruppo)

    Il gruppo FB 'Editoria e Legge' si trova qui