Your world of Wpdance.com, Wpdance.com by WpDance

  • EDITORIA E LEGGE


    EDITORIA E LEGGE è il blog dell'Avv. Marina Lenti, che riporta notizie, tendenze e questioni legali dedicate alla filiera libraria e musicale, spaziando in temi di diritto d'autore, marchi, privacy, diritti d'immagine, information technology law.

    EMAIL: info(at)avvocatomarinalenti.it
  • DA DOVE INIZIARE


    Nel blog trovate 124 articoli originali dedicati alla materia, ma se è la prima volta che lo visitate, potete iniziare dai primi concetti di base che è utile sapere in base alla categoria in cui rientrate:

    - Se siete SCRITTORI o ILLUSTRATORI partite da QUI

    - Se siete EDITORI partite da QUI

    - Se siete MUSICISTI partite da QUI

    Se avete un problema specifico da sottopormi, o se volete contattarmi per fissare conferenze o seminari potete scrivermi a info@avvocatomarinalenti.it, o se si tratta di una semplice domanda, leggete più sotto le istruzioni per l'iscrizione alla newsletter. Altre informazioni sono reperibili nelle FAQ.

    In ogni caso, sappiate che



    ©Marina Lenti - Tutti i diritti riservati
  • PER ESORDIENTI

     

    Per gli aspiranti scrittori o scrittori esordienti è disponibile il servizio di cui a questo link. Per ulteriori informazioni, scrivetemi a info@avvocatomarinalenti.it

    Trovate **QUI**  le mie referenze

  • NEWSLETTER


    A QUESTA PAGINA è possibile iscriversi alla Newsletter.
    L'iscrizione consente di sottopormi gratuitamente n.1 quesito specifico, a patto che la soluzione non preveda necessariamente l'esame di documenti.

    Dopo l'inserimento dell'email e alla relativa richiesta di conferma, controlla la tua casella di posta per confermare l'iscrizione. Se non vedi arrivare l'avviso, controlla la casella dello spam.
    Inserendo il tuo indirizzo email e confermando l’iscrizione rispondendo alla relativa mail che riceverai, dichiari di aver letto e accettato la privacy policy del sito che puoi visualizzare QUI.
  • Archivio

  • RSS FEED

Home » Case editrici » IL TUO CONTRATTO DI EDIZIONE HA QUESTE CLAUSOLE?
mercoledì, 09 Ott 2019

IL TUO CONTRATTO DI EDIZIONE HA QUESTE CLAUSOLE?

Post by on Case editrici, diritto d'autore, editoria 83 0

Quello che segue è un elenco di 5 clausole diffuse nei contratti di edizione e che risultano particolarmente antipatiche per l’autore.
Se anche il contratto che vi accingete a firmare ne contiene una o più, questo articolo fa proprio al caso vostro, perché vi spiegherà quali sono le implicazioni cui andrete incontro se deciderete di accettarle.

 

OPZIONE E PRELAZIONE
Ho spiegato le differenze delle due fattispecie in questo articolo, a cui vi rimando per tutte le spiegazioni del caso.

 

ACQUISTO COPIE OBBLIGATORIO PRIMA DEL MACERO
Per legge (art.133 LdA), prima di svendere o mandare al macero le copie, l’editore è obbligato ad avvertirvi per darvi la possibilità di acquistarle ampiamente sottocosto in caso voleste venderne per vostro conto, oppure di non far sapere che l’Opera sta per essere, appunto, svenduta o distrutta, in quanto alcuni potrebbero vederlo come una perdita di immagine.
Nelle intenzioni del legislatore, l’acquisto è una mera facoltà dell’autore, tuttavia ci sono contratti che gliela impongono come obbligo. Naturalmente non dovreste accettarlo.

 

CORRESPONSIONE DELLE ROYALTY SOLO A PARTIRE DALLA VENDITA DI UN CERTO NUMERO DI COPIE
Anche questa è una clausola iniqua. L’editore infatti, incassa da qualsiasi vendita e se è pur vero che, prima di guadagnare effettivamente, deve ammortizzare le spese di carta, stampa e distribuzione, non è comunque corretto che cerchi di rientrare più velocemente mangiandosi una fettina di ciò che spetta all’autore.

 

OBBLIGO DI ORGANIZZARE UN CERTO NUMERO PRESENTAZIONI
Da una parte, gli editori cercano oggi scrittori proattivi, quindi è comprensibile che vogliano vincolarli a darsi da fare, perché l’esperienza insegna che gli autori sono prodighi di promesse che poi restano lettera morta nel 99,99% dei casi.
Fermo restando dunque che, a meno di non voler restare un autore della domenica, è vostro dovere e interesse coadiuvare l’editore nella promozione del vostro titolo (solo Snoopy rimane a casa ad aspettare che altri lo rendano “ricco e famoso” dopo aver inviato i suoi manoscritti), vincolarsi contrattualmente in questo senso presenta un rischio.
Infatti, è sempre più difficile riuscire a trovare spazi gratuiti nelle librerie e quindi un obbligo di questo tipo, oltre a essere oneroso, vi espone al rischio di inadempimento, specialmente se abitate in un paese o una piccola cittadina e non avete mezzi, fisici ed economici, per spostarvi.
Mostrate piuttosto all’editore di avere un sito, un blog e dei social costantemente aggiornati e cercate di trovare occasioni per essere intervistati via Internet. Nella maggior parte dei casi sarà più che soddisfatto già di questo, perché è 100 volte di più di quello che fa la media degli autori oggi (cioè niente).

 

DURATA VENTENNALE
La durata ventennale del contratto di edizione è massimo consentito dalla nostra legge sul Diritto d’autore. È una salvaguardia posta proprio a tutela del contraente più debole invece altri ordinamenti i Paesi considerati genericamente più avanzati e con leggi sul diritto d’autore molto più recenti (esempio la Gran Bretagna) non hanno.
È tuttavia un arco di tempo assai lungo, specialmente oggi dove il mercato è assoggettato a un continuo ricambio che negli anni ’40, quando nacque la nostra legge, non era lontanamente ipotizzabile.
Il ciclo di vita odierno di un libro, a meno che non diventi un best seller o un long seller, spazia dai 3 ai 5 anni. Fermo restando che nulla vi vieta di pattuire contrattualmente un rinnovo automatico, se proprio non riuscite a ridurlo a un arco di tempo come questo, negoziate almeno una riduzione a 10 anni. Specialmente se, oltre ai diritti di pubblicazione, ne avete ceduti altri.

Comments are closed.

  • SU TWITTER E INSTAGRAM

    Segui cliccando qui le ultime notizie sull’editoria dal mio Twitter account.

     

    Oppure puoi seguire il mio account Instagram  cliccando qui.

  • SU FB (gruppo e pagina)

    Il gruppo FB ‘Editoria e Legge’, ove postare discussioni sul tema, si trova QUI.

     

    Per l’iscrizione è necessario rispondere a tre brevissime domande che FB invia in automatico all’atto della richiesta. Richieste prive di risposta a tale questionario saranno cestinate.

     

    La pagina FB di Editoria e Legge si trova invece qui.