Your world of Wpdance.com, Wpdance.com by WpDance

  • COS’E’ E&L?


    EDITORIA E LEGGE è il blog dell'Avv. Marina Lenti, che riporta notizie, tendenze e questioni legali dedicate alla filiera libraria e musicale.

    Vi trovate quasi un centinaio di articoli, ma se avete un problema specifico da sottopormi potete scrivermi, o se si tratta di una semplice domanda, leggete le istruzioni per l'iscrizione alla newsletter.

    In ogni caso, sappiate che

  • NEWSLETTER


    A QUESTA PAGINA è possibile iscriversi alla Newsletter.
    L'iscrizione consente di sottopormi gratuitamente n.1 quesito specifico, a patto che la soluzione non preveda necessariamente l'esame di documenti.

    Dopo l'inserimento dell'email, controlla la tua casella di posta per confermare l'iscrizione. Se non vedi arrivare l'avviso, controlla la casella dello spam.
    Inserendo la tua email dichiari di aver letto e accettato la privacy policy del sito che puoi visualizzare QUI.
  • Archivio

  • RSS FEED

Home » Eventi di settore » BOOKCITY: UNA SPLENDIDA SPRECONA
venerdì, 25 nov 2016

BOOKCITY: UNA SPLENDIDA SPRECONA

Post by on Eventi di settore 324 0

bcm16Per i lettori forti e per gli operatori del settore (o per chi, come la sottoscritta, incarna entrambe le categorie), Bookcity è l’equivalente librario del Natale. Una pletora di eventi focalizzati su editoria e letteratura (con svisate in altri settori artistici quali musica e teatro) e distribuita in 4 giorni è infatti un’offerta irresistibile. A ciò si aggiunge poi il simpatico aspetto psicologico di ‘caccia al tesoro’ ogni volta che ci si mette sulle tracce di un evento ospitato in una location che non si conosceva (e ciò accade anche a chi, come la sottoscritta, è nata e ha sempre  vissuto a Milano).

 

Tuttavia, a ogni edizione l’offerta cresce e quest’anno è giunta a calendarizzare oltre mille eventi. Questo dato fa comprendere perché la manifestazione dovrebbe ormai cambiare la propria impostazione: non ha più senso, infatti, concentrare tutto in 4 giorni (di cui due lavorativi), perché non solo vi è una disparità riguardo alle possibilità di seguire gli eventi che cadono il giovedì e il venerdì rispetto a quelli programmati nel fine settimana, ma anche perché un’offerta così copiosa finisce per sovrapporre gli orari dei vari appuntamenti, e questo già senza contare che essi si svolgono in parti diametralmente opposte della città. Uno spreco incredibile di materiale che non si ha modo di replicare o di poter seguire in alcun modo ‘in differita’.

 

E allora, perché non rendere tutto più funzionale con due semplicissime correzioni della formula originaria? Perché non farla durare 4 settimane, anziché quattro giorni, e cioè ogni week end del mese? E perché non concentrare l’offerta di ciascun week end (oppure di ogni singolo giorno di ciascun week end) in un polo preciso della città, anziché obbligare la gente a fare la ‘pallina da flipper’ impazzita lungo tutta la piantina topografica di Milano?

 

Con queste due semplicissime modifiche, si consentirebbe a tutti di poter seguire molti più eventi rispetto a quella dozzina che, in media, si riesce a totalizzare. Con stravolgimento, anche fisico, assai inferiore. Per fare un esempio, fra tempi di spostamento e durata effettiva degli incontri, domenica 20 sono stata fuori DIECI ORE per riuscire a seguire solo QUATTRO EVENTI. A me non pare un’equazione accettabile, oltretutto considerato che quel giorno c’erano altrettanti appuntamenti cui mi sarebbe piaciuto assistere.

 

Io spero che i vertici della manifestazione si pongano queste riflessioni e si adoperino per correre ai ripari. Diversamente, Bookicity resterà una splendida idea, ma inutilmente sprecona.

 

 

 

Leave Your Comment

Your name *

Your website

Your comment *

* Required Field

  • SU TWITTER

    Segui cliccando qui le ultime notizie sull'editoria dal mio Twitter account
  • SU FB (gruppo)

    Il gruppo FB 'Editoria e Legge' si trova qui